Autotrasporto: trovato l'accordo

AUTOTRASPORTO: TROVATO L'ACCORDO

È stato raggiunto l'accordo sulla vertenza dell'autotrasporto e quindi è rientrato il fermo minacciato da Confartigianato Trasporti e dalle altre Organizzazioni della categoria a inizio luglio.

L'intesa è arrivata dopo tre giorni di trattative ininterrotte tra i rappresentati delle Organizzazioni della categoria e il Ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli. Il Governo si è impegnato a prendere immediati provvedimenti sia sul piano economico che su quello normativo, inseriti con un emendamento al decreto legge collegato alla manovra estiva.

Soddisfazione per l'esito positivo del confronto è stata espressa dal presidente di Confartigianato Trasporti Francesco Del Boca. "Diamo atto al Ministro Matteoli - ha detto Del Boca - e al sottosegretario Giachino, di aver compreso le gravi difficoltà delle nostre imprese e di aver individuato per la prima volta uno strumento normativo che in futuro dovrebbe mettere al riparo le aziende dell'autotrasporto dai continui aumenti del costo del gasolio". Il Presidente di Confartigianato Trasporti ha inoltre sottolineato l'importanza di altre misure contenute nel "pacchetto Matteoli" come "la definizione di termini tassativi di pagamento delle prestazioni di trasporto, e l'impegno a rendere immediatamente disponibili le risorse previste per il settore e l'ulteriore stanziamento per ridurre i costi delle imprese". Riguardo agli aspetti economici della trattativa, non è stata ancora quantificata la cifra che il Governo ha messo sul piatto. L'impegno è per circa 200 milioni di risorse nuove, anche se il grosso della cifra dovrebbe provenire dall'accelerazione dei provvedimenti per rendere spendibili le risorse economiche già previste dalla Finanziaria 2008, ma tuttora bloccate. In totale si potrebbe arrivare a 600 milioni di euro.

Nel dettaglio, l'accordo sottoscritto dal Governo e dalle Organizzazioni dell'autotrasporto prevede il ripristino delle risorse relative all'ecobonus; il rimborso di parte dei pedaggi relativi al 2006; la destinazione delle risorse necessarie per il ricambio dei veicoli circolanti con altri meno inquinanti (euro 5) per gli anni 2007, 2008, 2009 (circa 70 milioni). Tra le misure economiche più attese, il taglio delle accise sui carburanti, il cui livello torna a quello del 2003: 403 euro per mille Litri (si recuperano così gli incrementi dal giugno 2007, con un rimborso di circa 7 euro ogni mille litri, per un totale di circa 56 milioni). Tra le richieste contenute nel protocollo -subordinate alla verifica della compatibilita con le norme comunitarie - c'è anche quella di adottare misure finalizzate alla formazione professionale degli autotrasportatori e alla riduzione dei costi di esercizio delle imprese del settore, con riferimento ai premi Inaii, alle retribuzioni corrisposte per le prestazioni straordinarie ed alle trasferte. Altrettanto importanti le novità contenute nella parte normativa dell'accordo, a cominciare dalla "clausola di salvaguardia", che permette agli autotrasportatori di condividere l'indicizzazione del gasolio in fattura con il committente.

A determinare la percentuale di costo del carburante che l'autotrasportatore dovrà riportare in fattura sarà l'Osservatorio sull'autotrasporto che, insieme al Ministero dello Sviluppo economico, fisseranno con cadenza mensile il costo medio del carburante per chilometro di percorrenza, con riferimento alle diverse tipologie di veicoli. A quel punto l'autotrasportatore potrà trasferire un eventuale maggior costo del carburante direttamente in fattura. Restando alle fatture, è stata accolta la richiesta del comparto di ridurre i tempi di pagamento da 120 a 30 giorni.
Per garantire il rispetto della "clausola di salvaguardia" è stata inoltre inserita, per i committenti inadempienti, la clausola che prevede l'esclusione fino a sei mesi dalle procedure pubbliche per l'affidamento di beni e servizi e l'esclusione di un anno da ogni tipo di beneficio previsto dalla legge, di natura fiscale, finanziaria, previdenziale.


tratto da un articolo dell'Unione Artigiani e Piccola Industria di Belluno www.unartbelluno.org